Proventi da costo di costruzione

Proventi ordinari derivanti da concessioni edilizie – oneri urbanizzazione primaria

Proventi ordinari derivanti da concessioni edilizie – oneri urbanizzazione secondaria

Diritti di segreteria servizio territorio

Interessi su rateizzazione oneri di urbanizzazione

Proventi da monetizzazione aree a parcheggio – urbanizzazioni secondarie

Proventi da monetizzazione aree a standard

Sanzioni da concessioni edilizie

Accantonamento 50% su diritti e oneri derivanti da condono edilizio

Incremento 10% diritti di segreteria (ART. 32, C.40, L.326/03)

Entrate per oneri concessori relativi alla sanatoria degli abusi edilizi (L. 47/85, L.724/94, L.326/03)

Incremento 10% diritti ed oneri su condono edilizio (ex art. 32 comma 40 L.326/2003)

Entrate per oneri concessori relativi alla sanatoria degli abusi edilizi (L.47/85, L.724/94, L.326/03)

Proventi trasformazione diritto superficie in diritto proprietà

Proventi derivanti da contributo costo di costruzione convenzioni (Art.35, L.865/1971, P.d.z. 167)

 

 

 

PROVENTI DA COSTO DI COSTRUZIONE

 
Torna all’indice

COSA

Il costo di costruzione deve essere corrisposto al Comune da chi chiede il rilascio di un titolo abilitativo per compiere attività edilizie, tranne specifici casi di esonero previsti dalla legislazione vigente.
Il pagamento del costo di costruzione deve essere effettuato entro 30 giorni dalla data di ricevimento dell’accertamento del contributo di costruzione. Il superamento dei termini previsti prevede l’applicazione di sanzioni (Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001, n. 380, art. 42).

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link PROVENTI DA COSTO DI COSTRUZIONE e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

PROVENTI ORDINARI DERIVANTI DA CONCESSIONI EDILIZIE – ONERI URBANIZZAZIONE PRIMARIA

Torna all’indice
 

COSA

L’onere di urbanizzazione primaria è il corrispettivo dovuto per interventi di nuova costruzione, ampliamento di edifici esistenti e ristrutturazioni edilizie e sono finalizzati alla realizzazione di strade e spazi di sosta o parcheggio, fognature, reti di distribuzione (elettricità, acqua, gas), cavidotti per telecomunicazioni, illuminazione pubblica, spazi di verde attrezzato.
Il contributo può essere scomputato parzialmente o totalmente autorizzando gli interessati alla realizzazione diretta di una o più opere di urbanizzazione e il Comune determina le modalità di presentazione del progetto e di valutazione della congruità tecnico-economica. Una volta collaudate, le opere in questione diventano di proprietà comunale.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

PROVENTI ORDINARI DERIVANTI DALLE CONCESSIONI EDILIZIE – ONERI URBAN. SECONDARIA

Torna all’indice
 

COSA

L’onere di urbanizzazione secondaria è il corrispettivo dovuto per interventi di nuova costruzione, ampliamento di edifici esistenti e ristrutturazioni edilizie e sono finalizzati alla realizzazione di asili e scuole, delegazioni comunali, impianti sportivi di quartiere, aree verdi di quartiere, centri sociali e culturali.
Il contributo può essere scomputato parzialmente o totalmente autorizzando gli interessati alla realizzazione diretta di una o più opere di urbanizzazione e il Comune determina le modalità di presentazione del progetto e di valutazione della congruità tecnico-economica.
Una volta collaudate, le opere in questione diventano di proprietà comunale.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link ONERI DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

DIRITTI DI SEGRETERIA SERVIZIO TERRITORIO

Torna all’indice
 

COSA


Il cittadino che deve effettuare il pagamento di diritti di segreteria per certificazione, attestazioni, procedimenti edilizi o urbanistici e accesso agli atti è soggetto al pagamento dei DIRITTI DI SEGRETERIA così come definiti nella Tabella allegata alla Delibera di Giunta Comunale N 119 del 27/05/2022
I proventi sono vincolati alla digitalizzazione dell’archivio storico edilizio comunale ed alla innovazione tecnologica dei beni strumentali del Servizio per il Territorio.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link DIRITTI DI SEGRETERIA SERVIZIO TERRITORIO e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

INTERESSI SU RATEIZZAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE

Torna all’indice
 

COSA

Gli oneri di urbanizzazione sono i corrispettivi dovuti per interventi di nuova costruzione, ampliamento di edifici esistenti e ristrutturazioni edilizie e possono essere versati in un’unica soluzione entro 30 giorni dalla data di emissione del permesso di costruire, ovvero in quattro rate che generano i relativi INTERESSI SU RATEIZZAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE e sono così determinate:

  • il pagamento della prima rata, deve essere eseguito entro 30 giorni dalla data di emissione dell’avviso di emanazione del permesso di costruire. Entro lo stesso termine deve essere prodotta una fidejussione per il debito residuo, comprensivo degli interessi sulle rate successive;
  • il pagamento della seconda rata, deve essere eseguito entro 120 giorni dalla data di emissione dell’avviso di emanazione del permesso di costruire, maggiorata degli interessi legali sul debito residuo (il tasso di interessi da applicarsi è quello vigente al momento dell’emissione del permesso);
  • il pagamento della terza rata, deve essere eseguito entro 240 giorni dalla data di emissione dell’avviso di emanazione del permesso di costruire, maggiorata degli interessi legali sul debito residuo (il tasso di interessi da applicarsi è quello vigente al momento dell’emissione del permesso);
  • il pagamento della quarta rata, deve essere eseguito entro 365 giorni dalla data di emissione dell’avviso di emanazione del permesso di costruire, maggiorata degli interessi legali sul debito residuo (il tasso di interessi da applicarsi è quello vigente al momento dell’emissione del permesso).

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link INTERESSI SU RATEIZZAZIONE ONERI DI URBANIZZAZIONE e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

PROVENTI DA MONETIZZAZIONI AREE A PARCHEGGIO (URBANIZZAZIONI SECONDARIE)

Torna all’indice
 

COSA

L’urbanizzazione è il processo di sviluppo e organizzazione che porta un centro abitato ad assumere le caratteristiche tipiche di una città con la creazione materiale di strutture viarie e di servizio per un insediamento umano, che vengono chiamate opere di urbanizzazione. Le opere di urbanizzazione sono di due specie: le opere di urbanizzazione primaria quali strade, fognature, luci, acquedotti e le opere di urbanizzazione secondaria quali scuole, uffici pubblici, chiese, negozi, impianti sportivi, mercati e aree verdi.
Gli standard urbanistici definiscono le quantità minime di spazi pubblici da prevedere in relazione agli insediamenti urbani per il verde attrezzato e le aree per i parcheggi. Tale superficie è espressa in metri quadrati di area edificabile per ogni abitante di cui si prevede l’insediamento all’interno di un piano urbanistico, in caso di interventi di tipo residenziale, oppure in termini di metri quadrati di standard in rapporto ai metri quadrati edificati per interventi di tipo non residenziale.
La normativa ha introdotto però la possibilità di “monetizzare” gli standard urbanistici minimi previsti, ove fosse impossibile rispettarli (ad es. per mancanza di spazio all’interno del centro storico), permettendo al lottizzante di corrispondere alla pubblica amministrazione, in questo caso il Comune, un canone in danaro in alternativa ad ogni metro quadrato non ceduto o ad opere di urbanizzazione non realizzate, da utilizzare per la realizzazione di opere pubbliche da localizzarsi ove pianificato.
Gli introiti recuperati con la monetizzazione vengano utilizzati per migliorare la dotazione di parcheggi dell’area, la sua accessibilità, la sua riqualificazione nonché per la realizzazione di opere di arredo urbano.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link PROVENTI DA MONETIZZAZIONE AREE A PARCHEGGIO e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

PROVENTI DA MONETIZZAZIONE AREE A STANDARD

Torna all’indice
 

COSA

L’urbanizzazione è il processo di sviluppo e organizzazione che porta un centro abitato ad assumere le caratteristiche tipiche di una città con la creazione materiale di strutture viarie e di servizio per un insediamento umano, che vengono chiamate opere di urbanizzazione. Le opere di urbanizzazione sono di due specie: le opere di urbanizzazione primaria quali strade, fognature, luci, acquedotti e le opere di urbanizzazione secondaria quali scuole, uffici pubblici, chiese, negozi, impianti sportivi, mercati e aree verdi.
Gli standard urbanistici definiscono le quantità minime di spazi pubblici da prevedere in relazione agli insediamenti urbani per il verde attrezzato e le aree per i parcheggi. Tale superficie è espressa in metri quadrati di area edificabile per ogni abitante di cui si prevede l’insediamento all’interno di un piano urbanistico, in caso di interventi di tipo residenziale, oppure in termini di metri quadrati di standard in rapporto ai metri quadrati edificati per interventi di tipo non residenziale.
La normativa ha introdotto però la possibilità di “monetizzare” gli standard urbanistici minimi previsti, ove fosse impossibile rispettarli (ad es. per mancanza di spazio all’interno del centro storico), permettendo al lottizzante di corrispondere alla pubblica amministrazione, in questo caso il Comune, un canone in danaro in alternativa ad ogni metro quadrato non ceduto o ad opere di urbanizzazione non realizzate, da utilizzare per la realizzazione di opere pubbliche da localizzarsi ove pianificato.
In alternativa alla cessione delle aree a standard urbanistici, è possibile pagare un corrispettivo per il mancato trasferimento dei terreni basato sul valore del terreno non ceduto.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link PROVENTI DA MONETIZZAZIONE AREE A STANDARD e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

SANZIONI DA CONCESSIONI EDILIZIE

Torna all’indice
 

COSA

Il cittadino che deve effettuare il pagamento di sanzioni su pratiche edilizie.
A decorrere dal 1° gennaio 2018 l’utilizzo dei proventi abilitativi edilizi e relative sanzioni è disciplinato dall’art. 1, comma 460, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017), il quale elenca in via esclusiva le tipologie di spese che possono essere finanziate da detti proventi.
A seguito delle modifiche si prevede i proventi dei titoli abilitativi edilizi e delle sanzioni in questione siano destinati esclusivamente e senza vincoli temporali alle seguenti finalità:
– realizzazione e manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria;
– risanamento di complessi edilizi compresi nei centri storici e nelle periferie degradate;
– interventi di riuso e di rigenerazione;
– interventi di demolizione di costruzioni abusive;
– acquisizione e realizzazione di aree verdi destinate a uso pubblico;
– interventi di tutela e riqualificazione dell’ambiente e del paesaggio, anche ai fini della prevenzione e della mitigazione del rischio idrogeologico e sismico e della tutela e riqualificazione del patrimonio rurale pubblico;
– interventi volti a favorire l’insediamento di attività di agricoltura nell’ambito urbano;
– progettazione opere pubbliche.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link SANZIONI DA CONCESSIONI EDILIZIE e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

ACCANTONAMENTO 50% SU DIRITTI E ONERI DERIVANTI DAL CONDONO

Torna all’indice
 

COSA

Nella tipologia di tale tributo, sono comprese le somme dovute per il pagamento del contributo di costruzione, eventuale conguaglio delle somme dovute a titolo di oblazione, diritti di segreteria e maggiorazioni di cui all’art. 32, comma 41 della L. 326/2003 e art. 3 della L.R. 28/2003.

  1. Al fine di incentivare la definizione delle domande di sanatoria presentate ai sensi del presente articolo, nonché’ ai sensi del capo IV della legge 28 febbraio 1985, n. 47, e successive modificazioni, e dell’articolo 39 della legge 23 dicembre 1994, n. 724, e successive modificazioni, il (( 50 per cento )) delle somme riscosse a titolo di conguaglio dell’oblazione, ai sensi dell’articolo 35, comma 14, della citata legge n. 47 del 1985, e successive modificazioni, e’ devoluto al comune interessato. Con decreto interdipartimentale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e del Ministero dell’economia e delle finanze sono stabilite le modalità di applicazione del presente comma.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link 50% SU DIRITTI E ONERI DERIVANTI DA CONDONO EDILIZIO e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

INCEREMENTO 10% DIRITTI DI SEGRETERIA (ART. 32, C.40, L.326/03)

Torna all’indice
 

COSA

Nella tipologia di tale tributo, sono comprese le somme dovute per il pagamento del contributo di costruzione, eventuale conguaglio delle somme dovute a titolo di oblazione, diritti di segreteria e maggiorazioni di cui all’art. 32, comma 40 della L. 326/2003 e art. 3 della L.R. 28/2003.

  1. Alla istruttoria della domanda di sanatoria si applicano i medesimi diritti e oneri previsti per il rilascio dei titoli abilitativi edilizi, come disciplinati dalle Amministrazioni comunali per le medesime fattispecie di opere edilizie. Ai fini della istruttoria delle domande di sanatoria edilizia può essere determinato dall’Amministrazione comunale un incremento dei predetti diritti e oneri fino ad un massimo del 10 per cento da utilizzare con le modalità di cui all’articolo 2, comma 46, della legge 23 dicembre 1996, n. 662. (Per l’attività istruttoria connessa al rilascio delle concessioni in sanatoria i comuni possono utilizzare i diritti e oneri di cui al precedente periodo, per progetti finalizzati da svolgere oltre l’orario di lavoro ordinario).

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link 10% DIRITTI DI SEGRETERIA (ART. 32, C.40, L.326/03) e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

ENTRATE PER ONERI CONCESSORI RELATIVI ALLA SANATORIA DEGLI ABUSI EDILIZI (L.47/85, L.724/94, L.326/03)

Torna all’indice
 

COSA

Nella tipologia di tale tributo, sono comprese le somme dovute per il pagamento del contributo di costruzione, eventuale conguaglio delle somme dovute a titolo di oblazione, diritti di segreteria e maggiorazioni di cui all’art. 32, comma 36 della L. 326/2003 e art. 3 della L.R. 28/2003.

  1. La presentazione nei termini della domanda di definizione dell’illecito edilizio, l’oblazione interamente corrisposta nonché’ il decorso di trentasei mesi dalla data da cui risulta il suddetto pagamento, (( producono )) gli effetti di cui all’articolo 38, comma 2, della legge 28 febbraio 1985, n. 47. Trascorso il suddetto periodo di trentasei mesi si prescrive il diritto al conguaglio o al rimborso spettante.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link 10% CONGUAGLIO OBLAZIONE CONDONO EDILIZIO e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

INCREMENTO 10% DIRITTI ED ONERI SU CONDONO EDILIZIO EX ART.32 COMMA 40 L.326/2003

Torna all’indice
 

COSA

Nella tipologia di tale tributo, sono comprese le somme dovute per il pagamento del contributo di costruzione, eventuale conguaglio delle somme dovute a titolo di oblazione, diritti di segreteria e maggiorazioni di cui all’art. 32, comma 40 della L. 326/2003 e art. 3 della L.R. 28/2003.

  1. Alla istruttoria della domanda di sanatoria si applicano i medesimi diritti e oneri previsti per il rilascio dei titoli abilitativi edilizi, come disciplinati dalle Amministrazioni comunali per le medesime fattispecie di opere edilizie. Ai fini della istruttoria delle domande di sanatoria edilizia può essere determinato dall’Amministrazione comunale un incremento dei predetti diritti e oneri fino ad un massimo del 10 per cento da utilizzare con le modalità di cui all’articolo 2, comma 46, della legge 23 dicembre 1996, n. 662. (Per l’attività istruttoria connessa al rilascio delle concessioni in sanatoria i comuni possono utilizzare i diritti e oneri di cui al precedente periodo, per progetti finalizzati da svolgere oltre l’orario di lavoro ordinario).

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link INCREMENTO 10% DIRITTI ED ONERI SU CONDONO EDILIZIO e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

 

ENTRATE PER ONERI CONCESSORI RELATIVI ALLA SANATORIA DEGLI ABUSI EDILIZI (L.47/85, L.724/94, L.326/03)

Torna all’indice

 COSA

Per ottenere il titolo abilitativo edilizio in sanatoria per opere eseguite in assenza e/o in difformità dal titolo occorre il pagamento della oblazione al fine dell’estinzione dell’illecito.
Individuate le opere sanabili è necessario stabilire se la demolizione di quelle non sanabili possa compromettere la stabilità delle parti conformi dell’edificio e, solo in caso affermativo, dovrà essere applicata la sanzione pecuniaria sostitutiva, tutte operazioni che seguono e non precedono la decisione sulla sanatoria, con la conseguenza che il versamento delle somme dovute a titolo di oblazione non può essere posto come condizione per la concessione della sanatoria.
Il rilascio di un permesso di costruire in sanatoria impone il pagamento, a titolo di oblazione, del contributo del costo di costruzione in misura doppia (se l’intervento edilizio è oneroso), ovvero del contributo di costruzione in misura pari a quella prevista dall’art.16 del DPR 380/2001 (se, invece, si tratti di un intervento gratuito).

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link ONERI CONCESSORI RELATIVI ALLA SANATORIA DEGLI ABUSI EDILIZI e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.puglia.it
tel: 0803716302

 

 

PROVENTI TRASFORMAZIONE DIRITTO SUPERFICIE IN DIRITTO PROPRIETA’

Torna all’indice

 COSA

I soggetti che hanno acquistato in diritto di superficie un immobile in area P.E.E.P. possono richiedere, ai sensi dell’art. 31 comma 47 della L. 448/98 la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà ed ai sensi dell’art. 31 comma 49bis della L. 448/98 la rimozione dei vincoli relativi alla determinazione del prezzo massimo di cessione delle singole unità abitative e loro pertinenze nonché del canone massimo di locazione delle stesse, contenuti nelle convenzioni di cui all’art. 35 della legge n.865/1971, dopo che siano trascorsi almeno cinque anni dalla data del primo trasferimento dell’immobile.
La rimozione da detti vincoli avverrà tramite stipula di apposito atto pubblico e previo versamento del corrispettivo dovuto.

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA uno dei seguenti link:

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302

 

PROVENTI DERIVANTI DA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE CONVENZIONI ART.35 L. 865/1971 P.D.Z. 167

Torna all’indice

 COSA

I soggetti che hanno acquistato in diritto di superficie un immobile in area P.E.E.P. possono richiedere, ai sensi dell’art. dall’art. 31 comma 49 bis della L. 448/98, la rimozione dei vincoli relativi alla determinazione del prezzo massimo di cessione delle singole unità abitative e loro pertinenze nonché del canone massimo di locazione delle stesse, contenuti nelle convenzioni di cui all’art. 35 della legge n.865/1971, dopo che siano trascorsi almeno cinque anni dalla data del primo trasferimento dell’immobile.
La rimozione da detti vincoli avverrà tramite stipula di apposito atto pubblico e previo versamento del contributo sul costo di costruzione giusta art.17, comma 1, del DPR 380/2001 non versato al momento della realizzazione dell’intervento, calcolato in base alle tariffe in vigore al momento della stipula della convenzione originaria, opportunamente rivalutato ad oggi secondo gli indici e parametri vigenti; questo in considerazione del fatto che, con la rimozione del vincolo di prezzo, verrebbe meno la motivazione dell’esonero applicato al momento della realizzazione dell’intervento (prezzo convenzionato).

 

COME

Per effettuare il pagamento on-line degli oneri è necessario accedere al portale comunale, cliccare sulla sezione “Pagamenti PagoPa” e procedere in una delle seguenti modalità:

  • Se in possesso di Identificativo Univoco di Versamento (codice IUV) fornito dall’ufficio competente, compilare la sezione “Avviso di Pagamento” con il proprio codice IUV e con tutti i campi obbligatori contrassegnati da asterisco;
  • Se NON si è in possesso del codice IUV, selezionare nel menù URBANISTICA cliccare sul link PROVENTI DA CONTRIBUTO COSTO DI COSTRUZIONE CONVENZIONATI PDZ 167 e compilare tutti i campi obbligatori contrassegnati da

Al termine dell’operazione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica.

 

DOVE

Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi a:
ing. Giampiero di Lella – Responsabile Servizio Territorio
E-mail: g.dilella@comune.bitonto.ba.it
PEC: protocollo.comunebitonto@pec.rupar.pugIia.it
tel: 0803716302