Domenica 6 marzo a Palazzo di Città “Dalle Donne alle donne: benessere ed empowerment”

Domenica 6 marzo, alle ore 18, la Sala degli Specchi del Comune di Bitonto ospiterà l’iniziativa “Esperienza interattiva dalle Donne alle donne: benessere ed empowerment”.

Si tratta della seconda tappa del progetto itinerante nelle città pugliesi, pensato e proposto daIl’associazione di promozione sociale Fermiconlemani (realtà barese attiva nel contrasto alla violenza, in tutte le sue declinazioni, sia online che offline) per favorire l’incontro interattivo con esperte negli ambiti della nutrizione, del benessere, della consulenza di immagine, della psicologia, del coaching. Gli incontri si trasformano per le donne che vi partecipano in occasione per ottenere consigli e informazioni teoriche e realizzare attività pratiche finalizzate a fortificare l’autostima, l’empowerment e la leadership femminile.

L’iniziativa è patrocinata dall’Amministrazione comunale di Bitonto e dalla sezione di Bari dell’associazione Donne Giuriste Italiane.

L’incontro sarà aperto dai saluti istituzionali del sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, e dell’assessora alle Pari opportunità, Marianna Legista.
In programma, a seguire, gli interventi di Tiziana Cecere, presidente dell’associazione Fermiconlemani e avvocata criminologa, Feliciana Bitetto, presidente della sezione di Bari dell’associazione Donne Giuriste Italiane e avvocata, Ottavia Ditroia, consulente d’immagine e personal shopper, Francesca Pilò, psicologa e psicaterapeuta, e Carmela Cosola, biologa nutrizionista.
Testimonial dell’evento e moderatrice sarà Alina Liccione, conduttrice tv e modella impegnata da molti anni in numerose campagne di sensibilizzazione e di sostegno rivolti alle donne.

Fermiconlemani – spiega la presidente Tiziana Cecerepensa che offrire spunti alle donne su come alimentare il loro valore partendo dall’incentivare l’autostima, la bellezza, il benessere interiore ed esteriore, l’empowerment e la sorellanza durante una riunione interattiva fatta di esperienze, racconti e confronti possa essere un prezioso spunto su cui costruire processi di cambiamento e di liberazione delle donne dai retaggi patriarcali, sollecitandole a non accettare comportamenti deprecabili e violenti di qualunque forma siano e in qualunque contesto avvengano”.

La moderatrice e socia di Fermiconlemani, Alina Liccione, illustra l’obiettivo che si prefigge il progetto: “Tante volte le donne sono incapaci da sole di riconoscere le proprie potenzialità, spesso addirittura si sentono inadeguate percependo di loro stesse un’immagine distorta che non corrisponde quasi mai alla realtà. Si fossilizzano su difetti talvolta inesistenti, vittime anche di giudizi sbagliati da parte addirittura dei propri partner: questi ultimi spesso, infatti, piuttosto che valorizzarle e farle sentire bene tendono a mortificarle.
In ogni incontro del progetto si crea una vera, autentica interazione tra le donne partecipanti e le figure professionali coinvolte, ciascuna con le rispettive referenze. Uno scambio che punta all’empowerment e al ripristino dell’equilibrio psico-fisico, imparando a riconoscere le potenzialità individuali e a metterle in risalto. Perché ogni donna è bella nella sua unicità”.

Per l’assessora alle Pari opportunità, Marianna Legista, l’iniziativa “trova il pieno sostegno dell’Amministrazione comunale, in quanto promuove la partecipazione attiva delle donne ad un’esperienza in grado di stimolare e fortificare la propria autostima, condizione essenziale per consolidare la consapevolezza e la fiducia nelle proprie capacità. Accrescere la coscienza dell’importanza del ruolo della donna nella società civile è un obiettivo che ci sta a cuore, convinti come siamo che rappresenti un ulteriore elemento di contrasto alla violenza di genere”.

 

 

Vai ad inizio pagina