Domani l’incontro a teatro con Mario Tozzi per il lancio della raccolta differenziata porta a porta

“Si può fare!”, evento di lancio della raccolta differenziata porta a porta a Bitonto, è in programma domani, mercoledì 23 febbraio, alle 18.30, al teatro comunale Tommaso Traetta.
L’incontro pubblico vedrà la partecipazione di un divulgatore scientifico molto noto al pubblico televisivo: il professor Mario Tozzi, primo ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche.
A fare gli onori di casa saranno il sindaco Michele Abbaticchio e l’amministratore unico della Sanb (Servizi Ambientali per il Nord Barese) Nicola Roberto Toscano, .

L’evento mira a coinvolgere e motivare i cittadini di Bitonto e delle frazioni in questo percorso di civiltà e responsabilità verso la riduzione dei rifiuti prodotti, in cui ciascuno è chiamato a fare la propria parte.

Il professor Tozzi aiuterà a scattare una fotografia dei mali del Pianeta e a comprendere il peso che le azioni individuali possono avere sulla sostenibilità ambientale, a cominciare proprio dalla raccolta differenziata pap, porta a porta. Un sistema più capillare e preciso, che consentirà di separare in maniera più accurata i rifiuti domestici, riducendo il volume della spazzatura indifferenziata destinata alla discarica.

L’obiettivo è quantitativo e qualitativo: aumentare la percentuale di rifiuti separati e migliorare la “purezza” del materiale differenziato. E c’è un altro vantaggio importante, estetico e salutare: spariscono i cassonetti stradali e i sacchetti abbandonati sui marciapiedi e sull’asfalto. A beneficiarne saranno il decoro urbano e la salubrità dell’aria.

Ma ai cittadini è richiesto un surplus di impegno per differenziare correttamente i rifiuti nei sacchetti ad hoc per la raccolta di vetro, plastica, carta e altri materiali. Sacchetti che poi devono essere lasciati fuori dalla propria abitazione nei giorni e negli orari stabiliti. Si tratta di cambiare abitudini, per il bene di tutta la comunità. L’efficacia della raccolta differenziata pap è direttamente proporzionale alla coscienza civica dei cittadini.

Dovranno cambiare consuetudini e stili di vita personali e familiari, e l’incontro pubblico in programma domani al teatro Traetta mira proprio a spiegare e motivare.

In platea, ad ascoltare il professor Tozzi, ci sarà una rappresentanza degli alunni delle scuole cittadine di ogni ordine e grado di Bitonto e delle frazioni di Palombaio e Mariotto, scelti come uditori privilegiati affinché possano veicolare a casa, in famiglia, le azioni virtuose da mettere in campo per una corretta ed efficace raccolta differenziata porta a porta, che possa consentire a Bitonto, Palombaio e Mariotto di compiere un salto di qualità e quantità nella separazione dei rifiuti.

Al termine del suo intervento, il professor Tozzi risponderà alle domande degli studenti.

Parteciperanno alla conversazione, moderata dalla giornalista Mariella Vitucci,  il sindaco di Bitonto e l’amministratore unico di Sanb, la società a partecipazione pubblica che ha promosso con l’amministrazione comunale questo importante e necessario passaggio. Entrambi faranno appello alla buona volontà e al senso civico dei bitontini.

Ci saranno anche i contributi video realizzati per la campagna di comunicazione #respirabitonto e tre video messaggi di altrettanti volti noti bitontini: il professor Michele Mirabella, il regista Mimmo Mancini e l’attore Raffaello Tullo.

La serata sarà l’occasione per scandire le tappe del percorso che, entro aprile, condurrà all’avvio del porta a porta a Bitonto, preceduto da un’intensa campagna di comunicazione già entrata nel vivo, anche grazie al contributo dei volontari di alcune associazioni ambientaliste del territorio.

Per partecipare all’evento è consigliata la prenotazione, inviando una email all’indirizzo info@respirabitonto.it. Le richieste saranno accettate fino alle 12 di domani, mercoledì 23 febbraio. Eventuali posti ancora disponibili saranno assegnati a chi si presenterà a teatro entro le 18.30 di domani. Si ricorda l’obbligo di green pass e mascherina ffp2.

Il cambiamento comincia dai piccoli gesti quotidiani. Si può fare!

Vai ad inizio pagina