Due brevi cerimonie, senza pubblico, per celebrare l’Anniversario della Liberazione

L’Amministrazione comunale celebrerà la ricorrenza del 25 Aprile, Anniversario della Liberazione dell’Italia, con due distinte cerimonie simboliche, senza la partecipazione del pubblico per evitare assembramenti.

La prima prevede la deposizione di una corona d’alloro e fiori al Monumento ai Caduti in piazza Marconi.

Una breve cerimonia istituzionale è, poi, in programma alle ore 10 all’interno della Villa comunale con il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, la presidente della sezione cittadina dell’ANPI, Antonella de Napoli, e i rappresentanti delle forze dell’ordine, che deporranno un omaggio floreale ai piedi del cippo commemorativo.

 

Durante le due cerimonie saranno scrupolosamente osservate le misure di sicurezza previste dai protocolli sanitari contro la diffusione del Covid-19.

“La Festa della Liberazione – dichiara il sindaco Abbaticchioè l’essenza stessa della nostra Nazione, perchè ci ricorda la lotta dei nostri padri per la riconquista della libertà e dei diritti, contro ogni forma di dittatura e di sopruso. Ma ci ricorda un periodo di privazione e sofferenza, dal quale siamo stati liberati grazie al sacrificio di tutti coloro che hanno creduto in una società migliore. Esattamente come dovrebbe accadere oggi: ognuno di noi deve essere partigiano della libertà, responsabile per la propria salute e quella del prossimo”.

Vai ad inizio pagina