Bitonto città Europan 16. Giovani progettisti di tutta Europa potranno ideare il futuro della città


Bitonto e San Donà di Piave sono le due città italiane selezionate per far parte del network europeo delle aree di progetto per la sedicesima edizione di Europan, le cui iscrizioni si sono aperte dal 5 aprile 2021.

Il concorso, organizzato dal 1988 con cadenza biennale da una Federazione composta da circa 20 paesi europei con il coordinamento dell’associazione Europan Europe, si rivolge a giovani professionisti under40 di tutta Europa nell’ambito dell’architettura, dell’urbanistica, del paesaggio e dell’ambiente, con l’obiettivo di valorizzarne il contributo di idee e progettualità per le trasformazioni dell’ambiente urbano e dei modi di vita delle città di volta in volta selezionate.

Europan permette alle nuove generazioni di progettisti di mettere in luce il proprio talento e di misurarsi con le dinamiche di trasformazione del territorio europeo ad un livello competitivo di scala internazionale.
Le città promotrici, attraverso i siti proposti, hanno la possibilità di interrogarsi, avviando un dibattito e una riflessione in forma partecipata con la cittadinanza, sul proprio futuro in chiave urbana, architettonica e sociale sulla base delle ipotesi progettuali elaborate dai partecipanti al concorso in tema di pianificazione urbana, edilizia residenziale, spazi pubblici, recupero edilizio in centri storici o aree industriali dismesse.

Il tema di Europan 16 è “living cities” (“città da vivere”) e punta a raccogliere idee e progetti realizzabili di rigenerazione dell’ambiente urbano, centrati sulla capacità di mettere insieme l’ambiente, la biologia e il tessuto sociale, economico, culturale e politico dell’area oggetto d’intervento.

I progetti, per poter ambire ad uno dei premi in denaro in palio (12mila euro andranno al primo, 6mila al secondo, più altre menzioni speciali), dovranno interpretare la rigenerazione urbana valorizzando soluzioni, che puntano, da un lato, a ridurre al minimo l’impronta ambientale dell’uomo, contenere  il consumo delle risorse non rinnovabili e contrastare i cambiamenti climatici (vitalità metaboliche) e, dall’altro, a trasformare gli spazi in luoghi di scambio e partecipazione per promuovere pratiche e politiche inclusive in grado di fronteggiare crescenti disuguaglianze e conflitti prodotti da invisibilità, esclusione emarginazione  e inaccessibilità alla casa, al lavoro, all’istruzione e ai servizi pubblici (vitalità inclusive).

Per l’edizione 2021-2022 del concorso Europan sono stati selezionati 40 siti di 9 Paesi europei, con un valore complessivo di premi pari a 720mila euro. Il termine per la presentazione delle proposte è il 17 settembre 2021.
Per informazioni di dettaglio e iscrizioni occorre collegarsi ai siti web www.europan-europe.eu e www.europan-italia.eu (riferimento per i giovani progettisti italiani).

“Paesaggi che dialogano con i centri urbani” è lo slogan scelto per rappresentare il sito di Bitonto, costituito dal sistema delle piazze del centro urbano e delle due frazioni di Palombaio e Mariotto.

“Puntiamo – spiegano il sindaco Michele Abbaticchio e l’assessore Cosimo Bonasiasull’attivazione di un nuovo sviluppo e sui temi della transizione ecologica, dell’uso di energia alternativa, della vita all’aria aperta e dei valori locali per mettere in relazione i tre centri urbani, riducendo gli effetti della distanza fisica. Il percorso naturalistico, dalla lama Balice verso il Parco dell’Alta Murgia, utilizzando tratti della strada vicinale Cela, rappresenta il sito strategico, elemento catalizzatore per l’attivazione di nuove funzioni per l’ambiente naturale, che porteranno alle frazioni benefici a livello culturale, sociale ed economico”.

Per Abbaticchio e Bonasia “l’investimento in Europan 16, premiato con l’inclusione nella selezionata cerchia di città promotrici, che si offrono allo studio e alla creatività di giovani progettisti e urbanisti da tutta Europa, rappresenta per Bitonto una scelta strategica e programmatica, affrontata convintamente nonostante le incognite determinate dalla pandemia. Una scelta fondamentale anche per affrontare la sfida legata all’utilizzo delle risorse finanziarie che saranno rese disponibili dal Recovery Fund su tematiche affini a quelle oggetto di questa edizione del concorso Europan”.

Per saperne di più sul sito di Bitonto: scheda estesascheda sintetica 

Vai ad inizio pagina