Pagamento anticipato e scaglionato delle pensioni anche per le mensilità di marzo e aprile

Il pagamento delle pensioni agli sportelli postali continuerà ad essere anticipato e scaglionato in base alla lettera iniziale del cognome anche per le mensilità di marzo e aprile.
Lo rende noto Poste Italiane, che prosegue così il proprio impegno per garantire il servizio e contrastare la diffusione dei contagi da Covid-19, che prevede l’adozione di misure di sicurezza e prevenzione a tutela della salute di clienti e dipendenti.

Per le pensioni di marzo 2021, il calendario dei pagamenti partito oggi (23 febbraio) con le lettere A e B, proseguirà domani (24 febbraio) con i cognomi dalla lettera C alla lettera D. A seguire:
giovedì 25 febbraio – cognomi dalla lettera E alla lettera K
venerdì 26 febbraio – cognomi dalla lettera L alla lettera O
sabato 27 febbraio (solo mattina) – cognomi dalla lettera P alla lettera R
lunedì 1 marzo – cognomi dalla lettera S alla lettera Z.

Poste Italiane ha diramato anche il calendario dei pagamenti delle pensioni del mese di aprile:
venerdì 26 marzo – cognomi dalla A alla B
sabato 27 marzo (solo mattina) – cognomi dalla C alla D
lunedì 29 marzo – cognomi dalla lettera E alla lettera K
martedì 30 marzo – cognomi dalla lettera L alla lettera O
mercoledì 31 marzo – cognomi dalla lettera P alla lettera R
giovedì 1 aprile – cognomi dalla lettera S alla lettera Z.

Confermata, inoltre, l’operatività della convenzione con l’Arma dei Carabinieri, grazie alla quale i pensionati con almeno 75 anni di età possono delegare i militari alla riscossione della pensione, che riceveranno direttamente a casa.

Vai ad inizio pagina