Emergenza Covid-19: nuove ordinanze comunali per contrastare la diffusione dei contagi

Due nuovi provvedimenti, assunti dal sindaco Michele Abbaticchio nelle ultime ore, vanno ad aggiungersi alle ordinanze adottate dall’inizio della seconda fase dell’emergenza Covid-19 per contrastare a livello locale la diffusione dei contagi.

Con l’ordinanza n. 522 del 13 novembre è stata disposta, a partire dal 16 novembre, la chiusura anticipata alle ore 19 delle attività commerciali di vendita al dettaglio e degli esercizi artigianali di barbiere, parrucchiere ed estetista. Sono esclusi dall’obbligo gli esercizi commerciali di somministrazione (bar, pub, pizzerie, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) che sono aperti solo per asporto e servizio a domicilio, gli esercizi commerciali di vendita di generi alimentari, frutta e verdura, prodotti surgelati, le macellerie, le pescherie, i tabaccai, le farmacie, le sanitarie, le parafarmacie e le erboristerie.

L’ordinanza sindacale n. 529 del 16 novembre dispone, invece, a partire dal 19 novembre, la sospensione delle attività di commercio ambulante su aree pubbliche in forma itinerante. Interessati al provvedimento sono gli ambulanti in possesso dell’autorizzazione al commercio su aree pubbliche di tipo “B”.

Tutti i provvedimenti di contrasto dell’epidemia a livello locale sono pubblicati  e consultabili nella sezione “In evidenza”.

 

Vai ad inizio pagina