Obbligo di mascherina anche all’aperto dalle 18 alle 6 del mattino: operativi i controlli nelle zone “sensibili”

Giunta comunale, Comando di Polizia locale e Commissariato della Polizia di Stato hanno individuato le zone “sensibili” del territorio comunale, che saranno presidiate dalla forze dell’ordine per i controlli sul rispetto delle nuove misure di contrasto alla diffusione del virus Covid-19 introdotte dall’Ordinanza del Ministro della Salute del 16 agosto 2020.
Come noto il provvedimento ministeriale prevede l’obbligo di indossare correttamente la mascherina dalle ore 18 alle ore 6 “anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonchè negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale”.

Le zone individuate a Bitonto e nelle due frazioni durante l’incontro tecnico, che si è svolto a Palazzo di Città, comprendono l’intera area del Centro antico, quattordici piazze (piazza Moro, piazza Marconi, piazza XX Settembre, piazza Luigi della Noce, piazza Padre Pio, piazza 26 Maggio 1734, piazza Santa Chiara, piazza San Leone, piazza Ferdinando II di Borbone, piazza Carmine Sylos, piazza Caduti del Terrorismo e piazza Unità d’Italia a Bitonto, piazza Milite Ignoto a Palombaio e piazza Roma a Mariotto), la Villa comunale e tutti i parchi e giardini pubblici o aperti al pubblico, gli spazi antistanti i locali pubblici o aperti al pubblico.
In tutte queste aree il mancato rispetto dell’obbligo di mascherina comporterà, in base alle norme vigenti, una sanzione minima di 400 euro. Prioritariamente i controlli saranno orientati a sensibilizzare i cittadini a tenere un comportamento responsabile a tutela di se stessi e degli altri nei suddetti luoghi potenzialmente a rischio assembramento, prevedendo la sanzione solo in caso di evidente volontà di non osservare l’obbligo.

Contestualmente continueranno ad essere oggetto di controllo e monitoraggio i comportamenti fissati dalle altre norme in materia di contrasto all’emergenza coronavirus tuttora validi su tutto il territorio comunale, relativi a: obbligo di mantenere la distanza interpersonale di sicurezza, specie nelle file per supermercati e negozi, obbligo di ingressi contingentati in negozi e uffici aperti al pubblico, obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, divieto di assembramento.

Con riferimento, poi, alla sospensione delle attività di danza e ballo, l’Assessorato al Marketing territoriale ha precisato che rimane invariato il programma degli eventi musicali “Notte di Musica”, purchè alla musica non siano accompagnati il ballo e la danza.

Vai ad inizio pagina