Ordinanza sindacale contro l’abbandono per strada di bottiglie di vetro e piccoli rifiuti

Il Comune di Bitonto con un’ordinanza sindacale (la n. 200/2020 in vigore da domani, 19 maggio) dichiara guerra all’abbandono per strada di bottiglie di vetro e altri piccoli rifiuti (mozziconi di sigarette, bicchieri, bottiglie, scontrini, “gratta e vinci”, fazzolettini, gomme da masticare), che deturpano il decoro urbano, creando problemi igienico-sanitari e ambientali.
Si tratta di insane abitudini – si legge nell’ordinanza – che si registrano nei pressi di pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie, chioschi, centri scommesse, tabaccherie), distributori automatici, cinema, teatro, banche e uffici postali, tanto al centro quanto in periferia.

Il provvedimento firmato dal sindaco Michele Abbaticchio introduce, insieme al divieto per tutti i cittadini di abbandonare rifiuti di piccole dimensioni sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi, il divieto per i titolari di pubblici esercizi quali bar, pizzerie e ristoranti di vendere bevande in bottiglie o contenitori di vetro, dal momento che il consumo delle bevande avviene nei pressi dei locali di vendita. Analogo divieto vale anche per i distributori automatici, che non potranno erogare bevande contenute in vetro, visto che nelle vicinanze di questi punti vendita, aperti 24 ore su 24, si riscontra un aumento notevole di rifiuti in vetro abbandonati per strada.

Per tutti i pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie, chioschi, centri scommesse, tabaccherie), distributori automatici, cinema, teatro, banche e uffici postali, poi, scatta l’obbligo di collocare all’esterno, nelle immediate adiacenze dell’ingresso, appositi raccoglitori e contenitori-portacenere per la raccolta dei rifiuti di piccole dimensioni oggetto dell’ordinanza.
I raccoglitori, che dovranno essere sistematicamente svuotati dagli stessi titolari, potranno essere collocati sul suolo pubblico, senza che ciò comporti il pagamento di alcuna tassa, rispettando in ogni caso le norme del Codice della Strada e i regolamenti comunali in materia ed evitando di creare pregiudizio per la sicurezza dei pedoni. Struttura e materiale di raccoglitori e contenitori-portacenere dovranno, inoltre, essere idonei a raccogliere anche i mozziconi ancora accesi senza pericolo di combustione e ad evitare che i rifiuti possano volare via.

Per il mancato rispetto di obblighi e divieti stabiliti dall’ordinanza è prevista una sanzione amministrativa di importo compreso tra 25 e 500 euro.

“In questo provvedimento – spiega il sindaco Michele Abbaticchioabbiamo raccolto le istanze della nostra e vostra sensibilità al decoro urbano. Stamattina ho personalmente ascoltato la disponibilità di molti ristoratori a prendersi cura di nuovi contenitori di raccolta differenziata dei bicchieri, nonché della gratuita installazione dei posacenere. Il covid dell’inciviltà non conosce soste. E neanche noi dobbiamo essere da meno per contrastarla giorno dopo giorno”.

Vai ad inizio pagina