Breve cerimonia “a porte chiuse” in Villa per l’Anniversario della Liberazione. Amministrazione e Anpi deporranno corona d’alloro e fascio di rose al cippo dei Caduti

Anche le tradizionali cerimonie per la ricorrenza del 25 aprile (quest’anno si ricorda il 75° Anniversario della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazifascista durante la Seconda guerra mondiale) saranno stravolte dall’emergenza Coronavirus.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha, infatti, reso noto che potranno presenziare alla tradizionale cerimonia di deposizione di corone a lapidi o monumenti ai Caduti solo l’autorità deponente con la partecipazione di una sola rappresentanza delle associazioni partigiane e combattentistiche.
Durante la cerimonia, che non vedrà la partecipazione di altre autorità civili o militari, dovranno essere evitati assembramenti, mantenendo tra i presenti il prescritto distanziamento interpersonale.

A Bitonto l’Amministrazione comunale ha previsto una breve e sobria cerimonia per la deposizione di una corona d’alloro ai piedi del cippo commemorativo all’interno della Villa comunale. La cerimonia si svolgerà alle ore 11 di sabato 25 aprile: per l’occasione il sindaco Michele Abbaticchio sarà affiancato dal Comandante della Polizia locale, magg. Gaetano Paciullo; con loro anche la presidente della sezione cittadina dell’ANPI, Antonella de Napoli, che deporrà un fascio di rose in memoria dei caduti in guerra.

La Villa comunale, che come tutti gli altri parchi pubblici è chiusa al pubblico per le disposizioni anti Covid-19, sarà aperta solo per il tempo strettamente necessario alla breve cerimonia e solo per i partecipanti alla cerimonia, che osserveranno rigidamente le misure di prevenzione prescritte per l’emergenza sanitaria in corso.

Vai ad inizio pagina