Il progetto “Spazio sicuro all’aperto” apre il parco urbano di via Togliatti alle famiglie con figli affetti da autismo e altri disturbi del neurosviluppo

Comune di Bitonto (Assessorato al Welfare e Assessorato alle Pari opportunità), Asl Bari (Servizio di Neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza) e cooperativa sociale Solidarietà hanno dato vita al progetto “Spazio sicuro all’aperto”, per aiutare le famiglie nella gestione dei figli affetti da disturbo dello spettro autistico, disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD) e disabilità intellettiva grave.
Si tratta, infatti, di soggetti, per i quali l’impossibilità di uscire di casa e l’indisponibilità di parchi aperti, per la necessità di osservare le regole di prevenzione e tutela della salute pubblica imposte dall’emergenza Coronavirus, comporta un sovraccarico di stress e disagio.
“Spazio sicuro all’aperto” offre, quindi, una mano di aiuto a tutti quei genitori, per i quali l’ansia per l’epidemia da Covid-19 è amplificata dalla preoccupazione per i disturbi comportamentali dei propri figli, mettendo a disposizione il parco urbano di via Togliatti, opportunamente presidiato dalle forze dell’ordine, per poter trascorrere in modalità protetta e vigilata un’ora all’aria aperta.

Potranno fruire dell’iniziativa persone di ogni età, affette dai suddetti disturbi, accompagnate da un adulto di riferimento.
L’ingresso al parco sarà ovviamente contingentato, per rispettare le disposizioni governative in materia di contrasto alla diffusione del contagio da Coronavirus, permettendo la contemporanea presenza negli spazi all’aperto di massimo tre minori e di altrettanti adulti accompagnatori per ogni ora. Sul posto è prevista anche la presenza costante di un educatore.
L’accesso al parco sarà possibile tutti i giorni (dal lunedì alla domenica) dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18: obbligatoria la prenotazione, chiamando il n. 3929051633 o scrivendo una mail all’indirizzo asambitobitonto@libero.it, per consentire un afflusso regolare e programmato di ragazzi e accompagnatori.

Vai ad inizio pagina