Emergenza sociale Coronavirus: avviso per formare elenco di negozi abilitati ad accettare i buoni spesa alimentari

L’assessorato al Welfare del Comune di Bitonto ha pubblicato l’avviso per la formazione dell’elenco aperto degli esercizi commerciali presso i quali sarà possibile utilizzare i buoni spesa alimentari, che saranno distribuiti nei prossimi giorni a individui e famiglie in particolari condizioni di disagio, nell’ambito delle misure urgenti di protezione civile e solidarietà alimentare per l’emergenza sanitaria da Coronavirus.
L’invito si rivolge agli esercenti attività di vendita di generi alimentari operanti sul territorio del centro urbano e delle due frazioni. Gli interessati potranno manifestare la propria disponibilità, compilando e sottoscrivendo la modulistica allegata all’avviso pubblico consultabile all’albo pretorio online del Comune (categoria: avvisi comunali).
La documentazione va inviata all’indirizzo mail: soccorsoalimentare@comune.bitonto.ba.it  a.santoruvo@comune.bitonto.ba.it.

I buoni spesa, che saranno rilasciati dall’Ufficio Servizi sociali avranno un valore nominale di 25 euro, da utilizzare esclusivamente per l’acquisto di beni alimentari. Non sono, quindi, utilizzabili come denaro contante e non danno diritto a resto in contanti: eventuali eccedenze rispetto al valore del buono dovranno essere pagate dal beneficiario.
Fatturazione e rendicontazione dei buoni accettati avranno cadenza quindicinale.
Espressamente prevista nell’avviso la cancellazione dall’elenco per gli esercizi commerciali accreditati, che dovessero applicare maggiorazioni ai prezzi dei prodotti acquistati dai possessori dei buoni spesa.

L’avviso è aperto e, pertanto, non ha scadenza: il primo elenco di operatori accreditati sarà pubblicato sul sito internet del Comune di Bitonto lunedì 6 aprile 2020; l’aggiornamento sarà quotidiano in caso di nuove adesioni.
I requisiti per richiedere l’inserimento nell’elenco comprendono: l’iscrizione alla Camera di Commercio, l’essere in regola con le norme sull’autorizzazone all’esercizio dell’attività commerciale, l’assenza di cause di esclusione dalla partecipazione ad appalti pubblici (specifiche violazioni e condanne di natura penale, amministrativa, tecnica o fiscale indicate ai commi 1,2,3 e 5 dell’art. 80 del Codice dei contratti pubblici – D.Lgs 50/2016), la regolare posizione contributiva nei confronti dei dipendenti (solo per operatori commerciali con personale dipendente).

“L’avviso per gli esercizi commerciali – spiega l’assessore al Welfare, Gaetano De Palma – rappresenta il primo importante passo di un processo che ci porterà in pochissimi giorni ad erogare materialmente i buoni spesa, per aiutare le tante famiglie che hanno visto aggravarsi le proprie condizioni di disagio sociale ed economico a causa della grave emergenza sanitaria in atto nel Paese. Confido nel prezioso lavoro che Servizi sociali, Ufficio di Piano e Segretariato sociale stanno svolgendo con rinnovata abnegazione in questa difficile fase, perchè la tabella di marcia a tappe forzate venga rispettata a beneficio di tutta la comunità cittadina. Intanto nell’immediato abbiamo provveduto anche a potenziare e ottimizzare i canali di contatto per i cittadini, con l’attivazione di ben 9 linee telefoniche dirette (5 cellulari e 4 fisse) raggiungibili tutti i giorni feriali dalle 9 alle 13″.

Vai ad inizio pagina