#IoRestoaCasa: indicazioni e misure per l’emergenza Coronavirus

[pagina in continuo aggiornamento]

Con il DPCM 11 marzo 2020 sono state introdotte ulteriori e più restrittive misure per fronteggiare l’emergenza Coronavirus in tutta Italia. Ogni cittadino deve rispettare le indicazioni e le misure di prevenzione imposte dal Governo, dalla Regione e dalle Istituzioni sanitarie.
L’ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri integra e rende più stringenti le misure fissate con i DPCM 8 marzo 2020 e 9 marzo 2020 (Decreto #IoRestoaCasa) per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale.
Dal 12 al 25 marzo 2020 resteranno, quindi, chiusi bar, ristoranti e negozi con esclusione delle attività commerciali per la vendita di generi alimentari e di prima necessità (farmacie, parafarmacie, alimentari, edicole e tabaccai).
Saranno garantiti anche i trasporti, per cui le merci circoleranno regolarmente e non ci sono problemi di approvvigionamento per alimentari o generi di necessità.
Come specificato dal Dipartimento allo Sviluppo economico della Regione Puglia in una nota, la sospensione delle attività e quindi la chiusura “non riguarda i negozi di generi alimentari e di prima necessità; restano aperte anche le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie, gli esercizi di somministrazione di alimenti, bevande, i distributori di carburante situati lungo la rete stradale e autostradale, stazioni ferroviarie e lacustri, aeroporti, ospedali, rispettando sempre la distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro”.
Sospesa, invece, l’attività di mercati, bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie, ad esclusione di mense, catering o consegna a domicilio. La chiusura riguarda anche parrucchieri, barbieri, estetisti e le attività di servizi alla persona diverse da quelle individuate nell’allegato 2 del DPCM (es. lavanderie e servizi di pompe funebri).

ALTRE MISURE
Le altre misure valide su tutto il territorio nazionale comprendono:
► divieto di spostamenti, anche all’interno del territorio comunale, salvo comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute (da autocertificare ai controlli di polizia – in allegato modulo per autocertificazione versione aggiornata del 17 marzo);
► sospensione dell’attività didattica nelle scuole e nelle università;
► sospensione di congressi, manifestazioni, eventi e spettacoli;
► sospensione dell’attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati;
► chiusura di musei e luoghi di cultura;
► obbligo per gli esercizi commerciali aperti di contingentare l’accesso dei clienti, evitando assembramenti e facendo rispettare la distanza interpersonale di sicurezza di almeno un metro;
► sospensione di eventi e competizioni sportive;
► sospensione delle cerimonie civili e religiose, compresi i funerali;
► divieto assoluto di uscire di casa per chi è sottoposto a quarantena o è risultato positivo al virus.

Sul sito del Governo italiano e della Polizia di Stato chiarimenti e infografiche sul Decreto #IoRestoaCasa.
Aggiornamenti specifici relativi alle norme che riguardano le persone con disabilità sono pubblicati sul sito dell’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, dove vengono pubblicati anche i vademecum del Ministero della Salute in forma accessibile.

ACCESSO DEL PUBBLICO AGLI UFFICI COMUNALI
Il Comune assicura la normale operatività degli uffici e il regolare svolgimento delle attività istituzionali. Negli uffici aperti al pubblico sono, tuttavia, adottate misure idonee a evitare il sovraffollamento e condizioni che possono favorire la diffusione dei contagi.
In alcuni uffici si potrà accedere solo su appuntamento con prenotazione telefonica, in altri solo uno alla volta e comunque rispettando, anche durante l’attesa, la distanza interpersonale di almeno un metro. Si invita a verificare sul sito web comunale il quadro riepilogativo con le modalità di accesso al pubblico fissate da ciascun ufficio, che comprendono anche l’erogazione di alcuni servizi in modalità telematica (posta elettronica e Pec).
È importante, però, evitare di recarsi negli uffici pubblici se non strettamente urgente e necessario.


MISURE IGIENICHE PER CONTRASTARE IL CONTAGIO DA CORONAVIRUS


ULTERIORI DISPOSIZIONI E RACCOMANDAZIONI
Per chi proviene da zone a rischio
Chiunque negli ultimi 14 giorni abbia soggiornato, transitato o sostato nelle zone a rischio in Italia e all’Estero, deve comunicarlo all’Asl e al proprio medico o pediatra. Utilizzare il numero verde regionale 800.713.931 e dell’Asl Bari 800.055.955.

Per anziani e malati cronici
Si raccomanda a tutti gli anziani e alle persone con patologie croniche o particolari di non uscire di casa, se non strettamente necessario, evitando, comunque, luoghi affollati.


NUMERI UTILI
>>> Per informazioni
800.713.931 Numero verde Regione Puglia
Gli operatori del servizio rispondono tutti i giorni dalle 8 alle 22.

1500 Numero di pubblica utilità Ministero della Salute
Dirigenti sanitari e mediatori culturali rispondono 24 ore su 24 ore dalla Sala operativa del Ministero della Salute, fornendo informazioni di carattere generale sul Coronavirus 2019-nCoV.
Le persone sorde o con  ipoacusia possono scrivere all’indirizzo email 1500coronavirus@sanita.it, per ottenere informazioni e chiarimenti.

>>> Per segnalazioni e casi di emergenza
Medico di famiglia
I residenti devono contattare il proprio Medico di Medicina Generale (MMG) o il Pediatra di Libera Scelta (PLS):

  • per segnalare il rientro da regioni o province con focolaio, dove si sono registrati casi di contagio da Coronavirus;
  • se sono presenti sintomi respiratori (febbre, raffreddore, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratoria), che possono essere indicatori di un’eventuale infezione.

IMPORTANTE: In caso di necessità non recarsi al pronto soccorso e negli ambulatori, ma telefonare al proprio medico o pediatra, per avere indicazioni su cosa fare, ovvero alla Guardia medica (Bitonto: 080.3737253 – Mariotto: 080.3736202; 080.3737309) o al numero verde regionale 800713931.

800.055.955 Numero verde Asl Bari per sorveglianza Coronavirus
Attivo dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.45 alle 18 (dal lunedì al venerdì), dalle 8.30 alle 12 (sabato). Si può scrivere anche a: sorveglianza.coronavirus@asl.bari.it
I non residenti e le persone prive di Medico curante che provengono da regioni o province con focolaio, in cui si sono segnalati casi di contagio, devono contattare il Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente per permettere l’esercizio dei poteri di sorveglianza.

Numero di emergenza unico
Contattare il 112 oppure il 118, non per informazioni, ma soltanto in caso di assoluta necessità.


LINK UTILI
Regione Puglia
Sul portale web della Regione Puglia è attiva una sezione dedicata al Coronavirus con tutte le informazioni (documenti e disposizioni ufficiali, notizie e comunicati stampa) e le indicazioni utili per i cittadini pugliesi, aggiornate in tempo reale.

Ministero della Salute
Sul sito del Ministero della Salute le risposte ai dubbi e alle domande dei cittadini.

Istituto Superiore di Sanità
Sul sito Epicentro dell’Istituto Superiore di Sanità informazioni sul virus, dati e situazione a livello internazionale e nazionale, materiali divulgativi e infografiche.

Protezione Civile
Sul sito del Dipartimento nazionale della Protezione civile aggiornamenti quotidiani con dati e notizie ufficiali sull’andamento dell’epidemia a livello nazionale, regionale e provinciale.


DOCUMENTI
Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri 11 marzo 2020
Modulo per autocertificazione spostamenti (versione aggiornata del 17 marzo)
Raccomandazioni per la prevenzione del Coronavirus (Ministero della Salute)
Direttiva del Dipartimento Funzione Pubblica n. 2 del 12 marzo 2020
Circolare interna n. 1/2020
Ordinanza di chiusura cimiteri e parchi pubblici
Ordinanza di riduzione delle corse dei bus urbani
Ordinanza di sospensione vendita distributori automatici h24
Ordinanza di sospensione delle zone blu a pagamento

Vai ad inizio pagina