Comune di Bitonto

Comune Bitonto pubblica Documento Programmatico Preliminare del PUG, valido come Documento Programmatico per Rigenerazione Urbana

Il Consiglio comunale nella seduta del 5 settembre 2017 ha deliberato l’adozione del Documento Programmatico per la Rigenerazione Urbana (D.P.R.U.). Si tratta del documento con il quale, secondo quanto stabilito dalla legge regionale n. 21/2008 “Norme per la rigenerazione urbana”, i comuni definiscono gli ambiti territoriali che, per le loro caratteristiche di contesti urbani periferici e marginali, rendono necessari interventi di rigenerazione urbana, elaborati coinvolgendo cittadini e soggetti pubblici e privati interessati, con l’obiettivo di migliorarne le condizioni urbanistiche, ambientali e culturali.
Il Comune di Bitonto ha adottato il D.P.R.U. adeguando, come previsto dalla citata legge regionale, il Documento Programmatico Preliminare (D.P.P.) del Piano Urbanistico Generale (P.U.G.), che era stato deliberato nell’aprile scorso.
.
Per favorire la partecipazione dei cittadini alla procedura di approvazione definitiva del Documento per la rigenerazione urbana l’Assessorato alla Pianificazione urbanistica, guidato dall’arch. Federica Fiorio, ha programmato un’assemblea partecipativa, aperta a tutta la cittadinanza, che si svolgerà alle ore 18.30 di giovedì 14 settembre nel Torrione Angioino.
Nell’occasione si parlerà di strategie urbane sostenibili, proposte e scenari futuri di rigenerazione urbana con i ragazzi del gruppo Smart Young Minds (SYM), che è il braccio operativo del comitato tecnico scientifico dell’Urban Center di Bitonto, i partecipanti al Focus dell’Urban Center, i funzionari pubblici e i cittadini interessati.
“La procedura partecipata per l’approvazione definitiva del Documento – spiega l’assessore Fiorio - è un’occasione per conoscere la programmazione in atto e collaborare alla costruzione del cambiamento. L’invito all’assemblea del 14 settembre è rivolto a tutta la cittadinanza, interessando da vicino tutti i cittadini attivi che credono nella partecipazione come strumento per confrontarsi ed orientare le scelte con qualità e spirito critico”.